Skip to main content

Anche In Italia, stiamo assistendo ad un avvicinamento tra blockchain e finanza tradizionale, come dimostra l’approvazione da parte del governo italiano di un nuovo decreto-legge per l’emissione di azioni e obbligazioni “tokenizzate”.

In altre parole, questi strumenti finanziari potranno essere rappresentati digitalmente attraverso i token e saranno soggetti a nuove regole per la loro emissione e negoziazione. Tale iniziativa è in linea con le disposizioni del Regolamento 2022/858 dell’Unione Europea, che impone ai Paesi membri di pubblicare normative nazionali per l’applicazione delle infrastrutture di mercato basate su blockchain.

Quali saranno i titoli finanziari che saranno tokenizzati?

Il decreto legge consentirà l’emissione, la negoziazione e la regolamentazione di titoli sotto forma di token, inclusi 

  • Azioni
  • Obbligazioni
  • Titoli di debito emessi da società a responsabilità limitata
  • Azioni o quote di organismi di investimento collettivo del risparmio italiani.

Quali sono gli obiettivi del decreto?

Secondo gli analisti, il decreto legge mira a raggiungere quattro obiettivi principali:

  1. Introdurre l’innovazione tecnologica anche nel campo delle regolamentazioni.
  2. Rendere interoperabili le infrastrutture di mercato DLT con quelle del sistema finanziario tradizionale.
  3. Consentire alle PMI di emettere strumenti di debito direttamente su blockchain.
  4. Spostare gli investimenti nel mondo crypto in un circuito più vicino a quello finanziario tradizionale.

L’introduzione di un corpo di norme per il lancio e lo sviluppo di security token rappresenta un’assoluta novità e un punto di svolta per l’Italia. Questo permetterà anche lo sviluppo di molteplici applicazioni derivanti da queste innovazioni tecnologiche, che potranno favorire il mercato delle PMI in numerosi settori.

La piattaforma BlockInvest è pronta a supportare il lancio di questi strumenti finanziari! Entrate in contatto con noi o prenotare una demo se volete saperne di più.