Skip to main content

Gli smart contract  su Ethereum (ma anche su Polygon) devono aderire a standard e regole per consentire funzioni essenziali come la creazione dei token, l’elaborazione delle transazioni, il trasferimento.

L’arrivo di nuove applicazioni su Ethereum ha portato i team di sviluppo a progettare nuovi tipi di standard per i token. Nei primi anni, ha dominato il mercato lo standard dei token ERC-20, che definisce il funzionamento di un token completamente interscambiabile (la cosiddetta fungibilità).

Tuttavia, negli ultimi anni hanno catturato l’attenzione del mercato gli NFT.  I due standard utilizzati per la creazione degli NFT sono ERC-721 ed ERC-1155.  Tra l’uno e l’altro sono presenti una serie di proprietà diverse: andiamo a vederle meglio.

Token Standard degli NFT

Lo standard ERC-721, permette la creazione di NFT o collezioni di NFT composte da asset unici con proprietari unici, è facile determinare se ne esistono copie, mostrano chi ha la proprietà di tali token ed è possibile ricavarne ogni tipo di informazione tra cui:

  • data di creazione
  • indirizzo del wallet del creatore
  • chi ne è in possesso in quel momento
  • il prezzo pagato per ogni volta che è stato venduto
  • tutti i trasferimenti che ha fatto

Inoltre ciascuna di queste informazioni viene trascritta automaticamente sulla blockchain di riferimento, che ne garantisce un immutabilità ed eternità.

Lo standard ERC-1155, permette la creazione di asset digitali non unici, quindi permette di avere numerose copie dello stesso NFT e
queste copie, possono avere più proprietari.

Una delle caratteristiche principali di questo token standard, è che permette di trasferire massivamente i token. Se da un lato, con gli ERC-721, è necessario fare un trasferimento da wallet A verso wallet B per ogni token.
Nel caso degli 1155 è possibile inviarne anche 100 o 1000 in una singola transazione.

Un’altra caratteristica da sottolineare, è quella che a differenza degli NFT 721, che in quanto unici hanno un mercato per ognuno dei token presenti nella collezione, nel caso degli NFT 1155, trattandosi di copie dello stesso asset, con più proprietari, una offerta di acquisto sarà globale e non singola, e sarà possibile per uno qualsiasi dei proprietari, accettare tale offerta.

Quindi se entrambi i token standard possono coniare NFT.

Rimane la domanda: quale preferire? Non c’è in assoluto uno standard migliore. Tutto dipende dalle preferenze personali o dal caso d’uso.

Blockinvest nella sua piattaforma NFT ha sviluppato entrambi gli standard, così da andare incontro alle esigenze più specifiche del mercato.


Per qualsiasi richiesta di informazioni, contattateci all’indirizzo info@realhouse.io

Seguite la nostra pagina su Linkedin

Prenota una Demo su Blockinvest.it